Ocse, la crisi colpisce soprattutto gli immigrati

Secondo il rapporto dell'organizzazione internazionale, le migrazioni rallentano per la prima volta dopo 30 anni. A causa della recessione gli stranieri sono licenziati per primi. Gurria: l'immigrazione non è un rubinetto da aprire o chiudere a piacimento di Carlo Ruggiero Le prime vittime della crisi economica in atto sono i lavoratori migranti. E’ questo il … Continua a leggere Ocse, la crisi colpisce soprattutto gli immigrati