Una foto, un viaggio, un libro

Tutto è iniziato così. Con una vecchia foto sgualcita, coi bordi zigrinati come quelli di un francobollo, scovata per caso nel fondo di un cassetto tutto scheggiato.

Lacchiarella

Poi c’è stato un  viaggio. Con l’obiettivo di  portare quella foto nel luogo in cui era stata scattata, 70 anni prima. E’ stato un viaggio lungo, complicato e faticoso, attraverso un Paese senza memoria, impaurito, percorso da rigurgiti che si sperava fossero ormai soffocati.

Lacchiarella

Alla fine è arrivato un libro. Pagine scritte per scavare a fondo nella storia di una famiglia in fuga. Quando si scava, però, di solito si suda, ci si sporca le mani, e c’è sempre il rischio di graffiarsi. Perché la Storia (quella con la S maiuscola) si ripete sempre due volte. La prima come tragedia, la seconda pure.

Giona. Quando i profughi eravamo noi. In libreria dal 25 aprile.  

cop_grigio modì seconda ED

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...